DAINESE 50° ANNIVERSARIO

Innovazione e libertà, verso la sicurezza del futuro.


Dal 1972 Dainese innova e crea protezione per il corpo umano nel mondo degli sport dinamici. Dal motociclismo allo sci alpino, dalla mountain bike alla vela e alla conquista dello spazio. Inventiamo la protezione del futuro, per la libertà di osare.

IL PARASCHIENA


Nel 1979 la prima rivoluzionaria protezione per i motociclisti, Dainese inventa il paraschiena. Il primo modello risponde alle esigenze di Barry Sheene e colleghi ed è ispirato al carapace dell’aragosta. Una protezione spinale composta da placche mobili sovrapposte, solida ma flessibile e capace di seguire ogni movimento del corpo.

L'AIRBAG D-AIR®


Nel 2000 Dainese presenta il primo airbag da moto, la più grande rivoluzione nella storia della protezione. D-air® debutta in gara nel 2007 e in breve diventa strumento irrinunciabile per la performance dei campioni e per la sicurezza di tutti. Un sistema intelligente, una centralina che riconosce in anticipo le dinamiche di un incidente e attiva in tempo il gonfiaggio del sacco, uno scudo a protezione delle parti vitali.

LE PROTEZIONI IN METALLO


Dal 2003 sulla tuta di Valentino Rossi, le protezioni in metallo su spalle, gomiti e ginocchia innovano i capi racing. Il metallo scivola sull’asfalto in caso di caduta, in modo da dissipare al meglio l’urto e non innescare pericolosi rotolamenti o rotazioni degli arti. A differenza della plastica, non si scioglie e resiste alle altissime temperature causate dalla frizione con il terreno.

D-AXIAL


Axial Distortion Control System arriva nel 2002 e arricchisce lo stivale IN di un sofisticato tutore in fibra di carbonio, un passo avanti tuttora insuperato per la protezione della caviglia. Lo scafo inferiore e la protezione della tibia sono uniti tramite uno snodo capace di guidare i movimenti dell’articolazione e che permette il movimento solo lungo l’asse longitudinale.

LO STIVALE IN


Lo stivale dentro la tuta sovverte un ordine consolidato e ancora una volta è un netto passo in avanti per la sicurezza e la performance dei motociclisti. Con questa soluzione drastica ed innovativa si ottiene un insieme tuta-stivale più leggero, snello, aerodinamico, resistente alle torsioni e privo di potenziali appigli per oggetti esterni.

PRO-ARMOR


L’innovativa tecnologia protettiva Pro-Armor nasce nel 2016 e come altre volte nella storia Dainese si ispira al mondo naturale. Le geometrie di Pro-Armor sono quelle dei frattali, il linguaggio usato dalla natura per comporre strutture complesse. Declinata in diversi tipi di protettori, Pro-Armor raggiunge il perfetto equilibrio tra sicurezza e traspirazione, con una superficie traforata per il 47%.

LA GOBBA AERODINAMICA


La gobba sulla schiena arriva nel 1988 a rinnovare le tute dei piloti per incrementare la protezione data dal paraschiena. In breve si comprende che può portare anche benefici aerodinamici e viene quindi sviluppata in tal senso. Oggi la gobba è un concentrato di tecnologia, contiene infatti la centralina elettronica dell’airbag, il cervello di D-air®.

LE PROTEZIONI COMPOSITE


Dainese inventa il concetto di protezione, dopo anni in cui le tute erano semplici pezzi di pelle sagomata. Sue sono le prime protezioni composite, composte da un guscio rigido sagomato sulla parte del corpo interessata e imbottito internamente con gommapiuma. Questa unione di materiali da allora garantisce la perfetta combinazione tra dissipazione ed assorbimento della forza degli impatti.

GLI SLIDER


Nel 1981 Dainese asseconda il nuovo stile di guida ginocchio a terra e inventa la prima saponetta della storia. Si chiama istrice per la sua forma particolare ed è seguita presto da un’evoluzione in cuoio e dalle successive in materiale plastico. Solo grazie a questa innovazione, la guida dei piloti in pista è quella che oggi tutti conosciamo.

CARBONIO-METALLO NEI GUANTI


Nel 1995 a proteggere le mani di Max Biaggi nascono i guanti Dainese con protezioni rigide su dorso, nocche e falangi, una rivoluzione per la sicurezza della mano. Il guanto si evolve in seguito con l’integrazione di placche in titanio, utili a favorire lo scivolamento contro l’asfalto in caso di impatto con il terreno, tecnologia applicata da Dainese anche sulle tute.

SEA-GUARD


Dopo il motociclismo, lo sci e la mountain bike, Dainese innova e porta la protezione nel mondo delle regate. Sea-Guard è un corpetto leggero ed ergonomico disegnato per la sicurezza dei velisti e per il galleggiamento in caso di caduta in mare. Sea-Guard Dainese ed Emirates Team New Zealand, assieme, sono per due volte vincitori di America’s Cup, il torneo più prestigioso del mondo della vela.

LE TUTE SPAZIALI


Dainese guarda allo spazio per la sicurezza degli astronauti. Bio Suit è un prototipo sviluppato con il MIT di Boston che mira a sostituire le tradizionali tute a pressurizzazione pneumatica con una pressurizzazione del corpo meccanica, per minori ingombri e maggiore libertà di movimento. Skin Suit, sviluppata con l’Agenzia Spaziale Europea, è già in uso per salvaguardare il corpo umano per lunghi periodi assenza di gravità.

L'AIRBAG PER LO SCI


Dopo la rivoluzione nel mondo del motociclismo, D-air® sovverte il concetto di protezione anche nel panorama dello sci. Dal 2015 gli atleti di discesa libera e super gigante indossano D-air® Ski, una protezione intelligente capace di rilevare le dinamiche di una caduta e di attivarsi in tempo, prima della caduta stessa. Una centralina innesca il gonfiaggio del sacco, uno scudo che protegge torso, clavicole e spalle dell’atleta.

PARTIAMO DAL FUTURO

La storia di Dainese, 50 anni di protezione per osare.

SCOPRI DI PIÚ