dainese

Springe zum Hauptinhalt »

select your country
0 items
Seiten durchsuchen

Sie sind momentan in:

 
 
 

Authors

Renzo Giust
I Dainese Me
Nico Cereghini
Italian Legendary Tour
Gary Inman
 
 
 
 
 
 

COMEDY OF ERRORS IN DONINGTON

30 Juli 2009 | News

It was an incredible race in Donington, where one surprise followed the next. Dovizioso’s victory, Lorenzo’s fall, when he was in the lead, then the spill by Rossi who dropped from 1st to 11th and then finished 5th, Pedrosa’s crash and Stoner’s getting doubled: all things that not even the most creative mystery writer could ever imagine.
Above and beyond the commentary, let me just say that I’ve always Andrea Dovizioso, after his two consecutive spills in Holland and the USA, and I was one of the few to do it. I saw him as the hunter who still has to focus on his aim; I was never displeased by his impetuosity, I knew he still needed half a season to tune himself up. Now, after this great feat, I think he’ll be in it for the rest of the game. He can win again and soon. Even on a dry track and with Pedrosa as competitor.
Lorenzo and Vale? Misfortune doesn’t have much to do with it. Jorge, as his own manager stated, Jorge committed a very serious error for someone in the running for the world title. Such an important race as this one was not the place to make the unsurprising discovery that the white stripes are slippery. Rossi erred as well, but his was just a tiny slip up in comparison because the track was very slippery in that phase, and because at that speed the bike hardly ever breaks and lets you get back in the race. Now he has 25 points over Lorenzo and 37 on Stoner. Not an insignificant advantage.
Stoner got doubled. Casey Stoner. Getting doubled?! That’s simply unbelievable. Something wasn’t working right in the Ducati team camp during the pre-race setup. Did the riders insist on having rain tires? Tell them no! The first rule when you’re battling for the title is to start the race with the same tires you’re direct competitors are using. Only two of the 17 racers insisted on rain tires, evidently with the same tactic “First place or bust!” , a good idea for those who don’t have anything to lose and those who aren’t in the running for the title. Something doesn’t square. Personally, I think Casey might have lost his head, and his team should have done more to control him. They might have let him have his way out of guilt because the bike they’ve given him in 2009 is not the one he wants.
A round of applause goes to Edwards and another one to De Puniet. De Angelis also raced well and missed the podium by a hair. Dani Pedrosa instead had a bad day, dropping back from an initial 2nd place to a 9th place finish.
Things were just as difficult for Marco Simoncelli in the 250 cc race: he never felt at ease riding in the rain. Yet during the first lap he even took the lead! He finished 4th, limiting the damage on a negative Sunday where Japanese Aoyama won and now has a 44 point lead over Supersic and 15 points on second-place ranker Bautista. Incredible Pasini, who claimed 3rd place on the podium despite falling on the 12th lap!
One final note. A great Max Biaggi wins with Aprilia for the first time in SBK! Way to go. Max!
 

By Nico Cereghini

_____________________________________

FESTIVAL DEGLI ERRORI A DONINGTON

Incredibile a Donington, con una sorpresa dopo l’altra. La vittoria di Dovizioso, la caduta di Lorenzo che era in testa e poi quella di Rossi che da primo passava undicesimo e infine quinto sul traguardo, e poi il naufragio di Pedrosa e il doppiaggio di Stoner: tutte cose che nemmeno il giallista più fantasioso avrebbe potuto immaginare.
Al di là della cronaca, fatemi dire che ho difeso Andrea Dovizioso dopo le due cadute consecutive in Olanda e negli USA, ed ero tra i pochi a farlo. Ho visto in lui il cacciatore che deve ancora aggiustare il tiro, non mi è dispiaciuta la sua irruenza, sapevo che gli serviva mezza stagione per essere a posto. E adesso, dopo questa bellissima impresa, credo che sia pronto per giocarsela sempre. Può vincere ancora e presto. Anche con l’asciutto e con la concorrenza di Pedrosa.
Lorenzo e Vale? La sfortuna conta poco. Jorge, come ha dichiarato il suo stesso manager, ha commesso un errore molto grave per chi vuole conquistare il titolo mondiale. Che le righe bianche siano scivolose non è una scoperta da fare in una gara  così importante. Anche Rossi ha sbagliato, ma il suo è stato un errore più piccolo, perché la pista era molto insidiosa in quella fase, e perché a quella velocità la moto non si rompe quasi mai e concede di rientrare in gara. Ora il suo vantaggio è di 25 punti su Lorenzo e 37 su Stoner. Punti pesanti.
Stoner doppiato. Stoner. Doppiato! Da non credere. Qualcosa non ha funzionato nel pre-gara, al team Ducati. I piloti hanno chiesto le gomme rain? Bisognava negargliele:  la prima regola della strategia, quando si corre per il titolo, è quella di partire con le stesse gomme degli avversari diretti. Erano due soli su diciassette a volere le rain, la loro era una tattica da “o la va o la spacca”, buona per chi non ha nulla da perdere e non per chi si gioca il mondiale. Qualcosa non torna. E io personalmente sospetto che Casey abbia perso la testa, e il team è mancato perchè doveva controllarlo. Forse, ho ipotizzato, si sente in debito con lui perché la moto 2009 non è quella che lui vuole.
Un applauso ad Edwards e a de Puniet. Bravo anche De Angelis a sfiorare il podio. Male invece Pedrosa, arretrato dal secondo posto iniziale al non posto finale.
Marco Simoncelli, nella 250 altrettanto difficile, corsa tutta sotto la pioggia, non è mai stato a suo agio. Eppure nel primo giro era andato anche in testa! Quarto al traguardo, ha limitato i danni in una domenica negativa, perché ha vinto il giapponese Aoyama che ora vanta 44 lunghezze di vantaggio su Supersic e 15 sul secondo, Bautista. Incredibile Pasini, scivolato al dodicesimo giro eppure arrivato sul terzo gradino del podio!
Una nota finale. Grande Max Biaggi che vince per la prima volta con l’Aprilia in SBK! Bravissimo.

di Nico Cereghini


Read more

 
 
 
 
 
 

This is the last race for Donington before Silverstone becomes the setting for British GP competition. Valentino has let everyone know that he wants to leave a sign here. By beating Jorge: we all know how tough No. 99 is. Balanced opponents, a technical track, lust for victory means that the spectacle guaranteed. Go Supersic! Your comeback has already begun!
_________________________________________

NICO: 46 PAROLE ASPETTANDO DONINGTON

E’ l’ultima per Donington, poi sarà Silverstone teatro del GP britannico. Valentino ha fatto capire che vorrebbe lasciare il segno. Battendo Jorge : ormai sappiamo bene quanto è coriaceo il 99. Equilibrio, pista tecnica, voglia di vincere: spettacolo. E forza Supersic! La riscossa è cominciata.

Read more